Rosalinda Celentano e Simona Borioni amore ko

La storia d’amore tra Rosalinda Celentano e Simona Borioni è finita. La vita della Celentano è molto particolare
e complicata  e lei stessa qualche tempo fa aveva raccontato di  avere problemi con l’alcol, con l’abuso di farmaci e a pensare addirittura al suicidio. Inoltre non ha mai nascosto la proprio omosessualità  nel 2013, ufficializzò la relazione con Simona Borioni. Tramite l’agenzia  “Ansa” la Celentano ha confessato di aver lasciato la sua compagna per la sua incapacità di amare: “Incapace, attualmente, di amare, ho deciso di lasciare libera sentimentalmente la signora Simona Borioni, augurandole di cuore tutto il bene del mondo. Tra me e Simona, purtroppo è finita” .Rosalinda Celentano ha raccontato nel dettaglio la crisi  che ha vissuto con Simona Borioni, ma il sentimento è rimasto lo stesso: “Erano alcuni mesi che tra noi le cose non andavano più bene, da una brutta vacanza d’agosto nella quale avevamo già cominciato a capire cosa stava accadendo. Ora però ho proprio fatto le valigie e sono tornata a Milano, e devo pensare a rimettere in ordine i pezzi della mia vita, anche se mi sento e sono ancora coinvolta. Ho deciso di dire pubblicamente che tra noi è finita soprattutto per lasciare libera Simona da me. Mi assumo la colpa di quanto successo, anche se quando un rapporto finisce la colpa non è mai di una persona sola, e poi non è un problema di colpe. Ognuna ha fatto il possibile, però ormai ho capito che voglio e devo uscire dalla sua vita, devo lasciarla libera di rifarsi una vita, se vorrà, con chi vorrà. La Celentano ha dichiarato di aver  parlato della fine della sua relazione con il padre :”A mio padre, ho detto le cose come stanno, e lui è stato molto comprensivo: ha tirato un sospiro e mi ha detto: “Mi dispiace, fate le cose per bene, mi raccomando”. Io sono sofferente, ma non arrabbiata. Per un pò sarà difficile ma poi passerà. Starò male, ma la libero da me.”

Rosalinda Celentano e Simona Borioni amore koultima modifica: 2014-11-11T09:15:00+01:00da nessi-15
Reposta per primo quest’articolo
Tags:, ,