Orietta Berti svela un retroscena sul suo incontro con il Dalai Lama

Berti

Orietta Berti in un’intervista svela un aneddoto sul suo incontro con il Dalai Lama. Le sue parole. Dopo la versione ridotta nel 2020 per via della pandemia il Salento Book Festival, manifestazione ideata da Gianpiero Pisanello, ha fatto il suo ritorno. Tra i tanti ospiti presenti anche Orietta Berti, fresca del successo del tormentone estivo Mille, in duetto con Achille Lauro e Fedez. Se a TV Sorrisi e Canzoni Orietta Berti ha rivelato dei retroscena sulla canzone e il videoclip ufficiale, nell’intervista realizzata dal suo padre spirituale don Guido Colombo ha avuto modo di presentare il libro “Tra bandiere rosse e acquasantiere“ e ripercorrere vari aneddoti della sua strepitosa carriera. Uno di questi riguarda l’incontro con il Dalai Lama. Ecco quanto raccolto da Il Fatto Quotidiano:«Lui era a Milano per un evento e io dovevo intervistarlo per Fabio Fazio, durante un collegamento in diretta per Che Tempo Che Fa. Mi avvicino e il suo assistente mi dice che è ormai tardi e che non c’è tempo per l’intervista.
Inaspettatamente però, il Dalai Lama in persona mi guarda e dice: “Le esce una luce dalla testa, voglio parlare con lei”. Al che io gli rispondo: ‘Sono le meches, le ho fatte ai capelli’. ‘Questo è meglio che non glielo traduco – è stata la risposta del suo assistente – sennò non la fa più la sua intervista’. Insomma, è stato così che ho portato il Dalai Lama da Fazio». Ha svelato Orietta Berti, che ha poi voluto commentare anche lo straordinario successo di Mille. Nel corso della chiacchierata riproposta da Il Fatto Quotidiano, Orietta Berti ha voluto dire qualcosa anche a proposito del Disco di Platino ricevuto per l’enorme successo di Mille. La cantante ha commentato la notizia con grande felicità, svelando anche i soliti retroscena sui vari incontri avvenuti prima e durante l’incisione del pezzo: «È stato bello perché quando Fedez mi ha fatto sentire il pezzo per la prima volta, io gliel’ho mandato cantando in una nota vocale sul telefonino e lui subito mi ha invitato a Milano per fare il provino. Io però non avevo smania di andare e così gli ho detto ‘sì, vengo tra cinque o sei giorni quando già devo andare da Enrico Papi’. Alla fine sono andata lì ed è andato tutto bene.Poi Fedez mi ha richiamato per tornare in studio: va bene, gli ho detto, però vengo martedì prossimo quando devo tornare da Papi così faccio un viaggio solo. Una volta lì, mi hanno detto che anche Achille Lauro voleva cantare con noi e mi hanno chiesto se mi dispiaceva: ‘No, è un terno al lotto quello lì’, gli ho risposto io. E così l’abbiamo fatta. Ma io non mi monto mica la testa, a settembre torno a fare il mio cofanetto». Ha detto Orietta Berti, che ha poi fatto riferimento al suo passato musicale:«Anche quando mi hanno fatto sentire per la prima volta “Finché la barca va“, gli autori mi dissero: ‘Orietta ti piace?’ Io risposi di no e loro subito commentarono: ‘Allora sarà un grande successo perché tutte le cose che rifiuti diventano subito dei successi’».E ancora la cantante ha aggiunto: «Le canzoni di adesso sono praticamente tutte parlate, hanno anche dei testi molto belli, ma per andare dietro alla ritmica devi essere un musicista, non è facile o superficiale quello che fanno i rapper o i giovani cantanti di oggi, quelli amati dai giovanissimi. Sono davvero bravi. Io porto avanti la melodia perché è la vera musica italiana: è classica, non è vecchia».Ha concluso. Orietta Berti, Fedez e Achille Lauro si godono questa strepitosa collaborazione e il successo di Mille e noi non possiamo che complimentarci con loro!

Orietta Berti svela un retroscena sul suo incontro con il Dalai Lamaultima modifica: 2021-07-01T07:30:52+02:00da nessi-15
Reposta per primo quest’articolo