Marrakech, il futuro della moda passa da qui

Stylosophy.it incontra gli astri nascenti della scena marocchina. Non si parla di import, né di marchi occidentali, né di petroldollari in paradisi dell’aria condizionata. Stylosophy.it, il webmagazine dello Stile edito da Trilud, vola in Marocco per scoprire le boutique artigianali più cool di Marrakech, alla ricerca della moda che sa di ambra e miele, dove si respira aria d’Oriente, tra vicoli stretti, popolosi, patria dell’argento, del caldo legno e delle stoffe dalle trame fantasiose. In uno speciale che sarà online a partire da mercoledì 1 agosto, Stylosophy.it incontra gli astri nascenti della moda marocchina, come la boutique Kif Kif, il tempio, in piena Medina, dell’ etno-chic “La mia ultima collezione è stata ispirata principalmente dal riciclo dalla natura e dalla semplicità – afferma la stilista Stéphanie Benetiere – per questo ho usato sacchi di farina per realizzare accessori e oggetti decorativi”.
Passando poi al mix creativo tra etnico e city della boutique Lalla, regina delle borse Snake&Neon: “Ho trovato alcune bellissime pelli di serpente, stampate a Casablanca – racconta la designer Laetitia Trouillet – ne ho amato i colori e le texture intriganti”, una scelta che intriga non soltanto i turisti, ma sembra essere sempre più richiesta anche extra-continente. Tappa obbligata per tutti i fashion addicted alla ricerca del perfetto mix tra tradizione e innovazione, è invece Jet Souk, tempio del contrasto tra storia che c’è e futuro da scrivere. Stylosophy.it procede poi nel suo racconto visitando 33 rue Majorelle, concept store 100% made in Morocco tra borse, gioielli, capi d’abbigliamento, complementi d’arredo e prodotti a base di olio di argan, considerato l’oro marocchino. Per gli amanti dello stile “orientale bohemien” il must è Baboucheshop, il paradiso… della babbuccia, quella tradizionale per intenderci. Nel cuore della Medina, inoltre, impossibile non visitare anche Maktoub by Max & Jan, un concentrato di manufatti d’arte, fashion, di design e prodotti di bellezza. A chiudere un ricco reportage nella moda targata Marrakech la visita a Akbar Delights piccola boutique perfetta per fare shopping di qualità, rigorosamente “handmade” e Topolina, lo spazio creativo dove si respira la passione per il cucito e la moda di Isabelle Topolina.

Marrakech, il futuro della moda passa da quiultima modifica: 2014-02-16T00:12:00+01:00da nessi-15
Reposta per primo quest’articolo