Mariana Rodriguez per colpa dei ladri sono al verde

rodriguez marianaQualche settimana fa Mariana Rodriguez mentre era impegnata in tv, ha subito un furto in casa di  100 mila euro. Scarpe, vestiti, gioielli e altri oggetti. Al settimanale ” Gente” racconta quei terribili momenti: “Per qualche notte ho dormito con la borsa sotto il cuscino, come faceva zia Stephanie in Venezuela, il mio Paese, un Paese pericoloso. E pensare che io la prendevo in giro.”La Rodriguez a fine spettacolo, è stata informata da un amico di quanto accaduto: “L’ho saputo a trasmissione finita. Un amico che ha le chiavi del mio appartamento era passato a prendere alcuni documenti, mi servivano perché mi avevano appena clonato la carta di credito. “Qui è un gran casino”, mi ha detto. “Sono entrati i ladri”. Quella sera, comunque, sapevo che sarebbe accaduto qualcosa. Me lo sentivo. Durante la mia esibizione ero stranamente agitata. Una sensazione che non ho provato neanche al debutto. Per fortuna lei è una che non si lascia abbattere dalle avversità, ma preferisce rimboccarsi le maniche e andare avanti: “Ho pianto, ma non sono il tipo che rimugina. Ho un’indole coraggiosa, da guerriera. Sono sempre positiva. Mi sono fatta forza. Anche perché vivo da sola. Ho portato quel poco che mi è rimasto in una cassetta di sicurezza in banca. Ora a casa non c’è più nulla. Comunque, possono rubarmi tutto ma non il sorriso. ” la Rodriguez è single: “Non sono fidanzata. Ho sofferto molto per amore, sono stata tradita dopo aver dato tutta me stessa. In questo momento mi basto da sola.”Ma come sarà il suo uomo ideale? “In genere sono più per i biondi. Ma il fisico non è tutto: per sedurmi un uomo deve essere consapevole di cosa sia davvero il rispetto, poi curioso, aperto, con il valore della famiglia sempre nel cuore, sincero come me. Io dico sempre tutto quello che mi passa per la testa. E deve sorridere. Senza sorriso che mondo è?”

Mariana Rodriguez per colpa dei ladri sono al verdeultima modifica: 2015-05-19T08:54:45+02:00da nessi-15
Reposta per primo quest’articolo