Georgette Polizzi la mia vita tra sofferenze e la malattia

polizziGeorgette Polizzi dietro il suo successo si cela una vita di sofferenze, violenze e malattia, che lei stessa ha deciso di raccontare in un libro autobiografico dal titolo “ I lividi non hanno colore.” Durante un’intervista in tv ha raccontato tutta la sua sofferenza e ha detto: “La vita è fatta di alti e bassi, cadute e difficoltà, però io ho fatto una scelta, ho scelto di non piangermi addosso, ho scelto di viverla, di mangiarmela, di svegliarmi la mattina e crederci lo stesso”. Inoltre la Polizzi non ha mai nascosto di aver trascorso un’infanzia molto difficile, con un padre assente ed una madre violenta. Alle privazioni e alle percosse si sono aggiunte negli anni le prese in giro dei compagni, che la tenevano per via del colore della sua pelle: “Ho sofferto tantissimo, ho subito delle violenze che a volte faccio anche fatica a ripetere, però oggi posso dire che se io dovessi diventar mamma darei tutto l’amore che io non ho avuto a mio figlio”. Anche crescendo la sua vita è stata costellata di alti e bassi e racconta: “Ho creato il mio mondo oggi, ma l’ho creato nella fame. Io andavo al supermercato e compravo un pezzo di pane e una scatoletta di tonno e passavo le serate così, però usavo quei pochi spiccioli che avevo per credere nel mio sogno”. Il sogno di Georgette Polizzi è stato quello di creare uno stile, una moda. Iniziando con pochi euro ha disegnato magliette, per poi personalizzarle, fotografarle e pubblicarle sul web, poi è arrivata la notorietà, con i numerosi followers su “Instagram”, ma poi nel 2018, dopo un malore le hanno diagnosticato la sclerosi multipla. Ma ancora una volta lei non si è fatta scoraggiare. Prima ha dovuto affrontare la sedia a rotelle e poi oggi alle cure e alla sua caparbietà è ritornata piano piano a camminare.

Georgette Polizzi la mia vita tra sofferenze e la malattiaultima modifica: 2020-06-29T16:21:54+02:00da nessi-15
Reposta per primo quest’articolo