Filippo Bisciglia Io e Te racconta il dramma della sua malattia

filippoFilippo Bisciglia è stato ospite a “Io e te” con Diaco. Filippo Bisciglia ha parlato della sua infanzia e della malattia, del successo in tv e del suo amore per la musica, Filippo ha subito parlato del successo di “Temptation Island” e dell’importanza di Maria De Filippi, che l’ha voluto alla guida del programma: «Un successo per il settimo anno consecutivo. Io però sono come mi vedete sullo schermo, ho sette amici inseparabili dall’infanzia e per loro ci sarò sempre. La mia vita è rimasta la stessa. Questo è un lavoro che adoro, ma solo un lavoro. Finisco e torno a casa, faccio una vita normale. Voglio però ringraziare Maria De Filippi, in un’intervista ha ultimamente confessato di aver insistito ai piani alti per avermi a “Temptation Island”, a lei devo tutto». Un’infanzia la sua non facile: «Da piccolo sono stato male, ho avuto il morbo di Perthes. Una forte decalcificazione all’anca, che mi ha colpito dai 2 ai 4 anni. Se ne è accorta mia madre e sono salvo grazie a un professore. Lui ha deciso di adottare un metodo differente: prima si operava e si rimaneva zoppi, lui invece ha proposto di non farmi camminare per un periodo di tempo. Sei mesi con una gamba, sei con l’altra e un anno fermo con tutte e due. La cosa ha funzionato, un’esperienza che mi ha formato il carattere, ti segna e qualsiasi cosa faccia la faccio al meglio. Ho iniziato a giocare a tennis e volevo sempre vincere». Scorrono le immagini della sua partecipazione a “Tale e quale show” e le sue interpretazioni guadagnano il plauso di Katia Ricciarelli, opinionista fissa del programma di Rai Uno. Filippo si esibisce anche in un’esibizione dal vivo con una canzone di Califano con Diaco alla chitarra: «Grazie a Tale e Quale show gli addetti ai lavori hanno cambiato opinione su di me. Ho cambiato anche tipo di pubblico. Cerco di entrare dentro alle canzoni, non ho fatto delle macchiette e secondo me ha funzionato. Dopo “Amici Celebrities” invece mi ha chiamato Luca Barbarossa per congratularsi».

Filippo Bisciglia Io e Te racconta il dramma della sua malattiaultima modifica: 2020-08-24T15:17:18+02:00da nessi-15
Reposta per primo quest’articolo