Fernando Alonso ha perso 20 anni di memoria

fernando AlonsoDopo l’incidente avvenuto il 22 febbraio Fernando Alonso avrebbe avuto  un blocco della memoria per circa una settimana. Giorni in cui, seppur costantemente monitorato, i ricordi, fermi al 1995, avrebbero faticato a tornare. Il pilota  sembrava non rammentasse il proprio debutto nel circus, le vittorie iridate con la Renault e gli anni trascorsi a Maranello. Amnesia superata lentamente e in modo graduale ma che ha suggerito ai sanitari di limitare il più possibile ogni rischio che potenzialmente avrebbe potuto provocargli un’altra commozione cerebrale a distanza ravvicinata. Intanto, però, l’ipotesi scossa elettrica sarebbe compatibile con la sua presunta perdita di memoria. Ad affermarlo il prof. Paolo Maria Rossini, direttore dell’Istituto di Neurologia dell’Università Cattolica. «Una folgorazione può dare simili problemi – spiega il medico – poi, sul corpo, ci dovrebbero essere un foro o una lesione dove la scarica è entrata e un segno analogo in uscita». «Inoltre – prosegue Rossini – in questi casi, i muscoli si irrigidiscono in pochi secondi, rilasciando nel sangue una serie di sostanze chimiche ben riconoscibili. Se fosse stata una crisi epilettica o un trauma fisico a causare l’incidente, si noterebbero segni rilevabili». «La possibile scossa – rassicura lo specialista – non dovrebbe lasciare altri effetti immediati oltre a quelli della semplice amnesia». «Sono Fernando, corro sui kart e vorrei diventare un pilota di Formula 1». Se questa frase non racchiudesse molti interrogativi, ai più strapperebbe un sorriso. Purtroppo, però, secondo il quotidiano “El Pais”, queste sarebbero le parole usate da Alonso come risposta alle domande fatte dai medici dell’ospedale di Barcellona durante il breve periodo di ricovero.

Fernando Alonso ha perso 20 anni di memoriaultima modifica: 2015-03-06T10:59:58+01:00da nessi-15
Reposta per primo quest’articolo