Enrico Montesano profanata la tomba della mamma lui la ripara

enrico MontesanoEnrico Montesano ha chiuso una vicenda che gli aveva provocato rabbia e dolore: la profanazione della tomba di sua madre. E così ieri mattina l’attore, accompagnato da un marmista e dal muratore, si è recato al Verano e ha sistemato la lapide da cui era stato rubato un libro di travertino. «Stavolta però ho deciso di farlo murare col cemento dice l’attore è la dimostrazione che il privato si muove e risolve, per il resto non è cambiato nulla! Viva l’Ama, viva i servizi cimiteriali e viva le immobili e insipienti e lavative amministrazioni capitoline interessate». La vicenda del furto era stata anticipata a settembre da Leggo: Enrico, come quasi tutte le domeniche, si era recato in bici al cimitero e, arrivato, davanti alla tomba della mamma era rimasto senza parole: «In certe situazioni ti senti violentato – spiega – violare il rispetto dei morti è il peggior oltraggio che un uomo può commettere». Subito scattò un tam tam mediatico che spinse anche la Sindaca a invitare Montesano in Campidoglio per parlare della vicenda. La Raggi aveva promesso maggiore attenzione per i cimiteri e la sicurezza interna. Si era parlato di un nuovo sistema di telecamere (attualmente la videosorveglianza è affidata a 40 occhi elettronici, un numero decisamente esiguo per l’estensione del Verano) con circa 140 cam ad alta definizione. Ma cosa è cambiato da settembre a oggi? «Assolutamente niente – dice Montesano – al Verano, ma anche a Prima Porta e al cimitero Laurentino, furti e rapine sono all’ordine del giorno. E tutto avviene nell’impunità più totale. Io, nel piccolo, ho dovuto metter mano al portafogli e pagare di tasca mia la riparazione della tomba. Ma per mamma questo e altro».

Enrico Montesano profanata la tomba della mamma lui la riparaultima modifica: 2018-11-19T15:59:09+01:00da nessi-15
Reposta per primo quest’articolo