Cristina e Benedetta Parodi guadagnano più dei loro mariti

Intervistate dal settimanale “Vanity Fair” le sorelle Parodi ha rivelato che guadagno più dei loro mariti. La conduttrice tv Cristina ha detto: “Guadagno più di Giorgio sicuramente” e Benedetta replica: “Io guadagno più di Fabio ma credo meno di Cristina”. Insomma, persino essere condirettore di Sky Sport non paga quanto spadellare su

Real Time e scrivere best-seller di cucina. “Sono riuscita a conciliare le due cose facendomi aiutare. Abbiamo voluto tre figli perché sia io sia Giorgio veniamo da famiglie di tre. Non sono mai stata una madre super presente, ho sempre lavorato tanto”. La Benedetta ha confessato di aver  chiesto aiuto al marito, ma senza rinunciare a tenere tutto sotto controllo: “I figli li seguiamo sempre molto; quando lavoravo al telegiornale era Fabio a passare tanti pomeriggi con loro. Sono una madre abbastanza apprensiva”. Ecco come hanno conosciuto i loro mariti: Cristina nei piani alti di Mediaset, quando lei conduceva il Tg5 e Giorgio Gori dirigeva Canale5 (“Siamo entrambi timidi e riservati, l’approccio non è stato immediato”),  invece Benedetta ha incontrato Fabio Caressa durante uno stage a “Telepiù,” a 25 anni (“La redazione era quasi solo sportiva, io ero una delle poche ragazze e quindi mi corteggiavano un po’ tutti. Avevo capito che era la persona con cui mi sarei fermata, quindi ho avuto qualche resistenza a buttarmi; prima avevo sempre fatto vita da single”). Alla domanda chi è più brava rispondono:  Cristina risponde diplomatica “Va a momenti. Ma il più bravo di tutti è Roberto, nostro fratello”, mentre Benedetta soffre di un complesso di inferiorità: “Credo Cristina. Chi ha condotto per tanti anni il Tg5 è entrato nelle case degli italiani, la cucina è più settoriale”. Tra qualche settimana Cristina Parodi sarà al timone della “Vita in diretta”, invece Benedetta sarà in tv con “Bake off Italia”.

Cristina e Benedetta Parodi guadagnano più dei loro maritiultima modifica: 2014-08-29T08:25:00+02:00da nessi-15
Reposta per primo quest’articolo