Benedetta Parodi ecco come è nata la passione per la cucina

benedettaBenedetta Parodi ha scoperto la passione per la cucina grazie al marito Fabio Canessa, che si è poi trasformata in un lavoro. La Parodi è autodidatta ma dalla sua voglia di cucinare è nata la prima rubrica di cucina del Tg Mediaset “Studio aperto”, “Cotto e mangiato”. La passione per i fornelli quindi inizia quando:“Mi sono ritrovata ad averla quando ho conosciuto Fabio – ha spiegato ospite ai microfoni “I Lunatici”, su RadioDue. Quando ho creato il mio nido con lui, proprio in quel momento ho iniziato ad appassionarmi alla cucina, mi piaceva l’idea che quando tornavamo a casa la sera ci fosse qualcosa di buono. Sono autodidatta, mi sono messa a studiare, a imparare. Poi si è trasformata in un lavoro. Il primo “cotto e mangiato” è nato dal desiderio del mio direttore dell’epoca, che era Giorgio Mulé. Voleva una rubrica di cucina, a Studio Aperto eravamo totalmente indipendenti quando facevamo un servizio, anche nel montaggio”. Il programma a modo suo era rivoluzionario: “Ho preso “cotto e mangiato” e me lo sono costruito su misura, a casa mia, con le mie pentole. Abbiamo mandato una puntata e da quel momento non ha mai smesso di andare in onda. Il segreto? Dieci anni fa esistevano in televisione solo i grandi chef. Io ho portato gli spinaci surgelati, il dado, cose così. All’inizio qualcuno gridava allo scandalo, ora fanno un po’ tutti così”.

Benedetta Parodi ecco come è nata la passione per la cucinaultima modifica: 2019-05-08T15:46:27+02:00da nessi-15
Reposta per primo quest’articolo