Paolo Brosio risponde a Papa Francesco

paolo brosioLe strade di Paolo Brosio e Papa Francesco sono tornate ad incrociarsi perché il Pontefice qualche giorno fa  ha riservato parole critiche nei confronti delle apparizioni mariane in quel di Medjugorje. Queste sono state le parole precise di Papa Francesco: “Ma dove sono i veggenti che ci dicono oggi la lettera che la Madonna manderà alle 4 del pomeriggio? E vivono di questo. Questa non è identità cristiana. L’ultima parola di Dio si chiama Gesù e niente di più. È un’altra strada per fare passi indietro nell’identità cristiana. ” Paolo Brosio non ha preso bene quest’osservazione del Papa Francesco. Secondo Brosio, il Pontefice sarebbe stato malinformato riguardo Medjugorje, inoltre con queste dichiarazioni, il Papa rischia di lasciare “soli” i pellegrini della piccola località bosniaca: “La Chiesa lascia soli i pellegrini, qualcuno ha mentito a Papa Francesco. Medjugorje ha rappresentato una potente rivoluzione spirituale che ha cambiato la mia vita e quella di milioni di persone. Papa Francesco è contrario al miracolismo, alla fede fai da te, alla curiosità per il futuro. Ma Medjugorje non è questo, è confessione, eucarestia, rosario, digiuno e vangelo, parola di Dio e antico testamento, oltre che povertà, semplicità e umiltà.” Brosio si è scagliato con l’assenza di uomini di Chiesa a Medjugorje. Secondo il giornalista, l’attenzione del Papa dovrebbe focalizzarsi su questo: “Io mi chiedo dove sono i sacerdoti che dovrebbero accompagnare i pellegrini e dov’è il vescovo della diocesi di Mostar. Chi confessa queste persone tra le quali molte si riavvicinano a Dio? Medjugorje ha bisogno di un cammino di spiritualità che solo un pastore di anime potrebbe garantire. Da 34 anni, invece, i preti sono latitanti e ostacolano la devozione. Il Vescovo non ha mai celebrato una Messa, confessato ho detto una parola di misericordia. E’ una vergogna, questo deve sapere il Papa.”Paolo Brosio ha invitato Papa Francesco a visitare Medjugorje di persona: “Quando ho avuto modo di incontrare il Pontefice, gli ho detto che Medjugorje è il più grande confessionale del mondo. Io speravo tanto che, quando era a Sarajevo, prendesse un elicottero e andasse a dire una preghiera sulla collina. Avrebbe capito tutto. Mi rendo conto, però, che non poteva farlo.”

Paolo Brosio risponde a Papa Francescoultima modifica: 2015-06-11T09:48:43+00:00da nessi-15
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Paolo Brosio risponde a Papa Francesco

  1. Caro Sig. Brosio lei si fa delle domande a cui in effetti non è poi così difficile rispondere fermo restando il rispetto che si dovrebbe avere per tutti i pellegrini qualsiasi fede possano professare.
    Credo che se il Papa e tutti i preti non si avvicinano a Medjugorje un motivo ci sarà e credo che lei farebbe meglio a chiederselo e soprattutto a capirlo.

  2. Sono stato a Medjugorje, l’atmosfera cattura ogni spirito in sofferenza. Ma sono d’accordo con Papa FRANCESCO, personalmente non ho mai creduto ai veggenti ed a quanto di para scientifico giustifichi il mistero come soprannaturale. Basterebbe isolare i veggenti fra loro, registrare i loro comportamenti, contemporaneamente, durante un’apparizione, e, confrontare dialoghi e comportamenti sincronizzati nell’unità di tempo, senza che gli stessi abbiano la possibilità di scambiarsi nulla che li possa condizionare a vicenda, ira loro. Basterebbero, bastavano, delle gabine insonore, come quelle utilizzate nei quiz di Mike, isolate in video fra loro. Talin

Lascia un commento